32.842 hanno già firmato
CHIEDI TRASPARENZA: FIRMA LA PETIZIONE
chiudi

oppure

Firma con Facebook
Una petizione di Riparte il futuro

Aderendo alla nostra petizione acconsenti a ricevere via email informazioni in linea con i tuoi interessi su questa e altre iniziative di Riparte il futuro. Tuteliamo la tua privacy. Puoi disiscriverti in ogni momento.

ULTIME FIRME

  • Aldo B. 8 ore, 53 min fa
  • Coretti G. 1 mese, 1 settimana fa
  • Domenica G. 1 mese, 2 settimane fa

Alle elezioni Comunali 2016 il candidato ha reso trasparente la sua candidatura pubblicando/dichiarando:

Curriculum
vitae

Età: 58 anni

Professione attuale

- Civil servant
- Membro Consigliere del Consiglio di Amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti

Più significativa attività professionale passata

- Dirigente Pirelli S.p.A.: direttore controllo di gestione e pianificazione strategica settore pneumatici ed in seguito amministratore delegato Pneumatici Pirelli
- Direttore Generale Telecom Italia S.p.A.
- Direttore Generale del Comune di Milano (2009 - 2010)
- Commissario straordinario ed amministratore delegato Expo S.p.A.

Percorso di studi

Laurea in Economia Aziendale presso Università Bocconi, Milano

Curriculum Vitae

Vedi il CV completo

Status
giudiziario
Procedimenti presso giurisdizione penale, civile, contabile. Condanne o carichi pendenti

Nessuno

Conflitti
d’interessi
Rapporti professionali remunerati con il comune in cui è candidato

Nessuno

Possesso di quote societarie

- dal 2012, socio al 18,9% di Tunari (società immobiliare con sede a Bucarest, Romania)
- una partecipazione in società che gestisce parchi fotovoltaici in Puglia

Appartenenza ad organizzazioni non-profit

Nessuno

Ruoli pubblici o politici ricoperti in passato

- Direttore Generale del Comune di Milano dal 2009 al 2010
- Amministratore delegato di Expo S.p.A. dal 2010 al 2105

Audizioni
pubbliche

Il candidato non si impegna ad adottare – entro i primi 100 giorni dalla formazione della sua giunta – le audizioni pubbliche quale metodo per poter procedere alla nomina dei vertici aziendali e di controllo di società partecipate, enti, fondazioni, etc. la cui designazione spetti all’amministrazione comunale.

Programma
Impegni in materia di anticorruzione e trasparenza

Legalità e trasparenza sono state le caratteristiche distintive della Giunta Pisapia. Vorrei continuare in questa direzione, confermano la leadership di Milano in questo ambito. Anche per questo ho sottoscritto la Carta di Avviso Pubblico – Codice Etico per la Buona Politica.

Occorre proseguire nella prevenzione e nella lotta alla corruzione. Milano per prima ha sposato il Whistleblowing, la procedura anticorruzione suggerita da Transparency Italia ed ha approvato innovative misure anti riciclaggio.
Questa stessa procedura dovrà in futuro essere applicata anche nelle aziende partecipate, con le stesse attenzioni utilizzate all’interno dell’Amministrazione Comunale. Fondamentale risulterà il potenziamento delle risorse mirate alla lotta all’evasione, restituendo risorse al bilancio della città.

Nei prossimi anni Milano deve essere al centro della lotta all'intera economia criminale. Occorre creare degli incentivi alla lotta all’illegalità rendendola vantaggiosa. E introdurre negli appalti meccanismi premiali per le aziende che hanno il Rating di legalità ed un minor numero di incidenti sul lavoro.

Devono proseguire i lavori della commissione antimafia, che si dovrà occupare anche di lotta alla corruzione e lotta all’evasione fiscale, ricostruendo anche il Comitato di esperti a supporto della Giunta, individuando prerogative, poteri, deleghe specifiche.

Per quanto riguarda la trasparenza, renderemo chiari e consultabili da tutti i cittadini gli obiettivi che la nostra amministrazione si darà, pubblicando a cadenza costante dei report relativi alle performance dei diversi dipartimenti del Comune. Renderemo trasparente l’agenda dei miei appuntamenti pubblici, insieme a quella degli assessori e dei dirigenti apicali del Comune. I primi passi della nostra attività amministrativa saranno accompagnati dall’approvazione di un regolamento finalizzato a rendere più facili le richieste di accesso agli atti da parte di cittadini e imprese. Vogliamo che il Comune sia una casa di vetro, in cui siano chiaro lo status di avanzamento di ogni pratica o richiesta.

Sul tema delle nomine pubbliche, riteniamo che la proposta portata avanti dalla campagna sia giusta nello spirito ma troppo farraginosa per quanto riguarda la sua implementazione: il meccanismo delle audizioni è virtuoso se utilizzato per consentire una migliore conoscenza del candidato selezionato, prima della sua nomina definitiva; se utilizzato invece in fase di screening di una pluralità di candidati, potrebbe far venir meno la disponibilità di persone di valore già impegnate in altri contesti, per motivi di riservatezza.
Ritengo che il "Regolamento sugli indirizzi e le procedure per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende, istituzioni e società partecipate" (http://goo.gl/tCDSeq) approvato dalla Giunta Pisapia costituisca già un ottimo bilanciamento tra trasparenza ed efficacia nella selezione. Si tratta di una strada su cui intendo proseguire con convinzione, dando sempre più attenzione a garantire una effettiva parità tra generi.

Hai notato delle incongruenze?

Gli altri candidati di Milano

Luigi Santambrogio
Alternativa municipale
Milano
non ha aderito
Stefano Parisi
Coalizione centro destra
Milano
non ha aderito
Al ballottaggio
Maria Teresa Baldini
Movimento Fuxia People
Milano
non ha aderito
Natale Azzaretto
Partito Comunista dei Lavoratori
Partito Comunista dei Lavoratori
Milano
non ha aderito
Nicolò Mardegan
Noi per Milano
Noi per Milano
Milano
non ha aderito
Edizioni

Scopri se il tuo sindaco/a ha aderito

Tutti i comuni  ❯

Un’iniziativa di: