32.859 hanno già firmato
CHIEDI TRASPARENZA: FIRMA LA PETIZIONE
chiudi

oppure

Firma con Facebook
Una petizione di Riparte il futuro

Aderendo alla nostra petizione acconsenti a ricevere via email informazioni in linea con i tuoi interessi su questa e altre iniziative di Riparte il futuro. Tuteliamo la tua privacy. Puoi disiscriverti in ogni momento.

ULTIME FIRME

  • Stefano D. 4 giorni, 3 ore fa
  • Matteo M. 1 settimana, 2 giorni fa
  • Julia R. 1 mese, 3 settimane fa

Alle elezioni Comunali 2016 la candidata ha reso trasparente la sua candidatura pubblicando/dichiarando:

Curriculum
vitae

Età: 39 anni

Professione attuale

Deputato e giornalista

Più significativa attività professionale passata

Giornalista

Percorso di studi

Diploma di liceo linguistico

Curriculum Vitae

Scarica il CV completo

Status
giudiziario
Procedimenti presso giurisdizione penale, civile, contabile. Condanne o carichi pendenti

Nessuno

Conflitti
d’interessi
Rapporti professionali remunerati con il comune in cui è candidata

Nessuno

Possesso di quote societarie

Nessuno

Appartenenza ad organizzazioni non-profit

Nessuno

Ruoli pubblici o politici ricoperti in passato

Fondatrice del coordinamento studentesco “Gli Antenati”
Responsabile nazionale di Azione Studentesca, il movimento studentesco di Alleanza Nazionale e rappresentante al Forum delle associazioni studentesche.
Consigliere della Provincia di Roma per Alleanza Nazionale.
Membro del comitato di reggenza nazionale di Azione Giovani.
Deputato alla Camera dei Deputati nella lista di Alleanza Nazionale.
Vicepresidente della Camera dei Deputati
Presidente del Comitato per la comunicazione e l’informazione esterna della Camera dei Deputati
Deputato alla Camera dei Deputati nella lista del Popolo della Libertà
Ministro della Gioventù
Presidente della Giovane Italia, movimento giovanile del Popolo della Libertà.
Fondatore del movimento politico Fratelli d’Italia-Centrodestra Nazionale
Deputato alla Camera nella lista Fratelli d’Italia-Centrodestra nazionale.
Presidente del Gruppo Parlamentare di Fratelli d’Italia.

Audizioni
pubbliche

La candidata si impegna ad adottare – entro i primi 100 giorni dalla formazione della sua giunta – le audizioni pubbliche quale metodo per poter procedere alla nomina dei vertici aziendali e di controllo di società partecipate, enti, fondazioni, etc. la cui designazione spetti all’amministrazione comunale.

Programma
Impegni in materia di anticorruzione e trasparenza

Roma deve liberarsi del fango della corruzione e dell’illegalità. Il disonore che ha colpito la nostra città nell’essere accostata al fenomeno mafioso, culminato nello scioglimento del municipio di Ostia per “infiltrazione mafiosa” e nel processo di “Mafia Capitale”, deve essere cancellato. Immediatamente. Con una rivoluzione etica, morale, civica. L’antica patria del diritto metterà in campo tutte le risorse morali e civili per ricostruire un modello di amministrazione pubblica e di società esemplare e rigorosa nel rispettare la Legge. Il malaffare ha prosperato grazie alle procedure opache, all’emergenza istituzionalizzata, a gare mai bandite, ad affidamenti diretti ingiustificati, agli spacchettamenti degli appalti per andare “sotto soglia”, alle proroghe infinite.
Tutto questo verrà spazzato via dall’applicazione delle regole per appalti trasparenti, tempi certi e pagamenti puntuali, valutando la prestazione dei dirigenti comunali soprattutto su questi parametri, premiando adeguatamente il merito e il raggiungimento degli obiettivi, ma punendo severamente l’incapacità, l’inefficienza o, peggio, la permeabilità a pratiche illecite e devianti.
La corruzione si contrasta anche rendendo più facili le procedure, garantendo la trasparenza, la tracciabilità delle pratiche, la certezza dei tempi, e limitando il potere di discrezionalità degli uffici. Bisogna premiare l’efficienza facendo capire che il rispetto delle regole è un beneficio per tutti, così nessuno si vedrà costretto a dover trovare scorciatoie e dipendenti infedeli per veder riconosciuto un proprio diritto.
Secondo la Corte dei Conti a Roma la corruzione pesa per 1,3 miliardi l’anno. È una tassa a carico dei romani onesti.
I dipendenti pubblici hanno già l’obbligo di legge di denunciare chi commette reati corruttivi ma noi vogliamo incentivare anche il cittadino comune a farlo. Questa severità gioverà soprattutto ai dipendenti comunali per bene, che sono la stragrande maggioranza, stanchi di essere accomunati a ladri e corrotti.
Chiederò direttamente al Presidente dell’Autorità anticorruzione, Raffaele Cantone, di indicare il Responsabile dell’Anticorruzione in Campidoglio, perché non voglio essere io a scegliere il mio ‘controllore’.
Massima trasparenza: deve essere chiaro che il Sindaco vuole essere il primo garante della legalità e dei diritti, sia dei lavoratori sia dei cittadini.

Hai notato delle incongruenze?

Gli altri candidati di Roma

Edizioni

Scopri se il tuo sindaco/a ha aderito

Tutti i comuni  ❯

Un’iniziativa di: