Blog

Si chiudono le adesioni a Sai chi voti 2017

Mancano poche ore alla chiusura di Sai Chi Voti, la campagna digitale per chiedere trasparenza ai candidati sindaco in vista delle elezioni amministrative di domenica 11 giugno, promossa da Riparte il futuro, Transparency International Italia, Movimento Consumatori, ActionAid, Pubblici Cittadini, Openpolis, Associazione Donne Giuriste Italiane, Carte in regola, Cittadini Reattivi, Diritto di sapere, CittadinanzAttiva. Gli aspiranti sindaco che intendono farlo, devono dunque affrettarsi: dopo la mezzanotte di oggi non sarà più possibile.

Alle 20.00 di giovedì 8 giugno avevano aderito 115 candidati (su 244, pari al 47,13% del totale), così distribuiti sul territorio nazionale: 71 al Nord (su 125 candidati, pari al 56,8%), 21 al Centro (su 52, pari al 40,38%), 23 al Sud (su 67, pari al 34,3%). Quanto alla loro collocazione politica, il 2,6% è riconducibile alla Destra, il 12,2% al Centrodestra, il 23,5% al M5S, il 15,7% al Centrosinistra, il 13% alla Sinistra, il 33% a liste civiche. La trasparenza, insomma, non ha colore.

Interessante è l’esame del dato considerando, invece, la percentuale di aderenti all’interno delle diverse aree politiche: scopriamo così che - nelle 34 città monitorate - l’81,81% dei candidati M5S hanno detto sì agli impegni da noi proposti, mentre l’ha fatto il 14,29% dei candidati di Destra, il 37,84% di Centrodestra, il 47,37% di Centrosinistra, il 62,5% di Sinistra, il 44,19% delle liste civiche.

Cuneo, Gorizia e Sesto San Giovanni (a cui si è aggiunta, questa mattina, anche Bitonto) hanno raggiunto l’en plein: tutti i candidati hanno promesso “trasparenza”. In queste ore il team di Sai Chi Voti sta verificando che tutti i candidati aderenti all’iniziativa abbiamo tenuto fede all’impegno di comunicare prima del voto i dati sui finanziamenti elettorali. Non tutti sono stati di parola: a breve segnaleremo sul sito di Sai Chi Voti gli inadempienti.
Lunedì 12 giugno, assieme ai nomi dei “candidati trasparenti” eletti al primo turno o che andranno al ballottaggio, pubblicheremo i dati definitivi delle adesioni alla campagna.

«Un ottimo risultato, oltre le nostre aspettative», commenta Federico Anghelé, responsabile Rapporti Istituzionali di Riparte il futuro, «questa seconda edizione – dopo l’esperienza dello scorso anno che vide al voto Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli – ha dimostrato una crescente attenzione a livello locale verso le istanze da noi sostenute. Sembra esserci finalmente consapevolezza dell’urgenza indifferibile di maggiore trasparenza a favore dei cittadini. Ora si apre un cammino che speriamo virtuoso e foriero di positive esperienze per una nuova cittadinanza sempre più attiva e consapevole, con politici – espressione del territorio - più attenti a comprendere che le nostre richieste non sono solo una gentile concessione, ma un dovere civico quali autentici civil servant», conclude Anghelé.

Condividi questo articolo
32.841 hanno già firmato
CHIEDI TRASPARENZA: FIRMA LA PETIZIONE
chiudi

oppure

Firma con Facebook
Una petizione di Riparte il futuro

Aderendo alla nostra petizione acconsenti a ricevere via email informazioni in linea con i tuoi interessi su questa e altre iniziative di Riparte il futuro. Tuteliamo la tua privacy. Puoi disiscriverti in ogni momento.

ULTIME FIRME

  • Coretti G. 2 giorni, 17 ore fa
  • Domenica G. 1 settimana, 3 giorni fa
  • Edoardo D. 1 mese, 1 settimana fa

Un’iniziativa di: