Blog

Aspettando il secondo turno, vediamo chi abbiamo votato

candidati_trasparenti

Tra una settimana ci sarà il secondo turno delle elezioni amministrative e potremo finalmente conoscere chi, tra i 22 candidati che hanno aderito a Sai Chi Voti e che sono passati al ballottaggio, sarà eletto sindaco. Nell’attesa, vogliamo esaminare qualche dato.

Al termine della prima fase della campagna, conclusasi col primo turno di domenica 11 giugno, sono stati 119 (su 256 complessivi, pari al 46,5%) i candidati che si sono impegnati per la trasparenza: 97 uomini e 22 donne. Queste ultime si confermano, in generale, più sensibili al tema: 1 donna su 2 (22 su 44 per la precisione) contro il 45,75% dei maschi (97 su 212). È il Nord a far da traino: 73 adesioni su 119 vengono infatti dalle regioni settentrionali (pari al 61,4%), contro le 21 delle regioni centrali (17,6% a livello nazionale) e le 25 di quelle meridionali (21%).

Quanto alla collocazione politica dei candidati che hanno aderito a Sai Chi Voti, la parte del leone la fa il Movimento 5 Stelle: nelle 34 città da noi monitorate, l’82% dei candidati pentastellati ha scelto la trasparenza. A seguire, quelli delle liste civiche (1 candidato civico su 2), quelli di Sinistra e Centrosinistra (rispettivamente, 48,5% e 43,5%). Ultimi, i candidati di Centro, Destra e Centrodestra: solo 1 su 4 ha detto sì agli impegni di Sai Chi Voti.

In campagna elettorale, si sa, le promesse si sprecano: su 117 candidati che si erano impegnati a pubblicare i dati sui finanziamenti elettorali ricevuti, ben 43 (il 36,75%) non l’hanno fatto. 24 hanno detto di non aver ricevuto soldi da terzi, ma di essersi finanziati per intero la campagna elettorale, 26 hanno dichiarato di aver ricevuto soldi da persone fisiche e 4 anche da alcune aziende.   

Il candidato che ha raccolto più fondi è Arturo Lorenzoni (Coalizione civica) di Padova: 56.049,49 euro. Forse si tratta semplicemente del candidato che ha rendicontato con maggior precisione i propri fondi: assieme a Monica Chittò (centrosinistra, Sesto San Giovanni), Guido Melley (lista civica, La Spezia), Stefano Caserini (lista civica, Lodi), Nicola Fiorita (lista civica, Catanzaro), Alessandro Gennari (M5S, Verona) e Simone Borile (M5S, Padova), Arturo Lorenzoni si è infatti distinto per la puntualità e scrupolosità nella pubblicazione dei suoi dati.

Parma, Frosinone e Taranto vantano, invece, il record di candidati “smemorati”: quelli che si sono impegnati a comunicare i propri finanziamenti, ma poi non l’hanno fatto. 

Condividi questo articolo
32.841 hanno già firmato
CHIEDI TRASPARENZA: FIRMA LA PETIZIONE
chiudi

oppure

Firma con Facebook
Una petizione di Riparte il futuro

Aderendo alla nostra petizione acconsenti a ricevere via email informazioni in linea con i tuoi interessi su questa e altre iniziative di Riparte il futuro. Tuteliamo la tua privacy. Puoi disiscriverti in ogni momento.

ULTIME FIRME

  • Coretti G. 2 giorni, 17 ore fa
  • Domenica G. 1 settimana, 3 giorni fa
  • Edoardo D. 1 mese, 1 settimana fa

Un’iniziativa di: